Un progetto, che prende il nome di Osservatorio Monte Stella Milano, è nato alla fine dello scorso anno ad opera del Touring Club Italiano, di associazioni e comitati civici, architetti, urbanisti e di privati cittadini.

Di cosa si tratta?  L'Osservatorio è un ente del Terzo Settore che si sta formando e continuerà ad evolverversi e che si prefigge lo scopo di monitorare il paesaggio della metropoli milanese.

Perchè? Oggi, dopo più di mezzo secolo, il Montestella rappresenta la possibilità per una città di rinascere dalle proprie macerie. 

Un'idea e una visione bellissima, affascinante, concreta. Fu progettato nel 1946 da Piero Bottoni, che dedicò alla moglie Stella questa collinetta alta 50 metri, composta dalle macerie della guerra. 

Provate a fare una passeggiata in una  giornata soleggiata, circondati dal verde e dalla tranquillità della Montagnetta e curiosate per terra: vedrete affiorare fra i vialetti che lo circondano pezzi di piastrelle e di mattoni.

 

L’Osservatorio Monte Stella Milano è un organismo aperto a tutti coloro che, associazioni e privati cittadini, abbiano interesse a condividere le finalità e gli obiettivi.

Dopo la stesura dello statuto che definirà le regole, gli strumenti e gli organi operativi, il Comitato Scientifico sarà di supporto per la valutazione di proposte ed obiettivi da perseguire, nonché come soggetto di riferimento nel confronto con cittadini ed istituzioni.

Scopri tutto sul sito del Touring Club


Prossimi Corsi

Maggio (i mercoledì)
15 18:15 Gruppo di lettura (solo nuovi iscritti)
15 20:45 English conversation 
22 18:15 Impara a imparare 2.0 sessione pratica
22 20:45 Corso di pittura: introduzione
29 18:15 Sopravv Inform: whatsapp e facebook
29 20:45 Cosmologia: dimensioni e distanze, metodi e unità di misura

Iscriviti QUI

NEWSLETTER

LA MOJETTA DEL MANZONI

Alessandro Manzoni qt8Alessandro Manzoni, il grande scrittore, fu proprietario della “Mojetta” e, in qualche zolla di terra o in un soffio del vento, avrà sicuramente lasciato un pensiero, un’emozione, “un’eredità” ...leggi tutto

IL QUARTIERE GIARDINO

Nel 1971 l'area verde di 38 ettari fu costituita a parco urbano e piantumata.  ora si presenta come un'area alberata su quattro livelli di quota, con stradine sterrate, sentieri, scalinate e con canaletti di scolo delle acque meteoriche. Destinato ad una fruizione compatibile è frequentato dai molti podisti ...Leggi tutto