Esiste un’attualità, architettonica e urbanistica del QT8, riconosciuta in­ternazionalmente

Grazie all’opera culturale dell’Archivio Piero Bottoni, la più importante raccolta documentale del Politecnico di Milano, nelle Università di tutto il mondo si studia il QT8 e sono molti gli studenti che arrivano a Milano per conoscere da vicino questa realtà e per preparare esami e tesi. Il QT8 è leggibile ancora come un modello abitativo a misura di persona.

L’accelerazione della modernità, le ricerche tecnologiche, non hanno oscurato il progetto originale, anzi le applicazioni e la cultura del presen­te possono inserirsi per evidenziare un valore ancora in corso. Il progetto originale risulta incompiuto, la solidarietà corporativa degli interessi è prevalsa sulla solidarietà nazionale. (Piero Bottoni)

Siamo a una svolta verso un definitivo progresso di un quartiere che aspetta il completamento di uno sviluppo dovuto, sia al progetto origina­le, che all’urgenza di un progetto attuale, integrato nella realtà moderna.

 attualita 1 QT8

L’esilio

Il QT8 vive una condizione di esilio dalla vita sociale reale; oggi le funzioni urbane sono avvilite a uno stato di quartiere dormitorio, pri­vato di tutto, anche di servizi di prima necessità come i negozi. Le case, ancora belle, sono circondate dal nulla.  

 

La Piazza, la Chiesa e il Mercato

Un quartiere realizza la sua identità, si assicura la certezza di una struttura sociale, quando le presenze individuali possono comunicare, consapevolmente, tra di loro. Gli scambi, di idee e di cose, suggeriti nel dinamismo di una piazza, si innalzano nel luogo di culto e si incrociano orizzontalmente nel moviemnto instancabile del mercato.

 

Interventi di riqualificazione: il futuro, un presente continuo

1- È fondamentale ricordare che il QT8 nasce come Quartiere dell’Ot­tava Triennale e quindi potrebbe ospitare, dentro spazi facili da recu­perare, una succursale espositiva, o almeno informativa, per gli eventi della Triennale. Un luogo di scambio intellettuale e sostanziale. La vita del quartiere, risvegliandosi, migliorerebbe notevolmente e diminui­rebbero i rischi di degrado.

 

2- Lo stesso quartiere è una mostra permanente e può essere raccon­tato, con poca spesa, da una segnaletica che indichi opere e autori. Sarebbe un vantaggio per i numerosi visitatori e, tramite un adeguato sostegno informatico, si potrebbe attirare ancora maggiore interesse pubblico.attualita QT8

 

3- La sede del Mercato Rionale (opera di Bottoni), unico luogo di ven­dita delle merci per il normale fabbisogno alimentare di un quartiere, è chiusa da anni e destinata al decadimento. Un lascito sociale tri­ste e gravemente punitivo per gli abitanti.  

Il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, propone un rilancio del QT8, insieme alla Triennale. Quale migliore opportunità per riapre il Mercato e ricavare all’interno dell’edificio uno spazio Trien­nale, un laboratorio decentrato che rinnoverebbe il significato del quartiere.

 

4-Scuola di Design. Il QT8, progetto urbanistico pilota del dopoguerra, che ha avviato una ricerca d’architettura moderna, potrebbe ospitare anche interventi di grande respiro. Per risvegliare il pensiero originale di Bottoni, si po­trebbe prevedere la realizzazione di una Scuola di Design. Il quartiere diventerebbe un luogo d’eccellenza e vivrebbe nella circolazione di idee e di persone: studenti, scambi culturali internazionali. Riprende­rebbe il sogno del QT8 e anche la sua anima internazionale, dato che ,alla sua apertura, fu visitato e ammirato dai più grandi architetti del mondo come F.L.Wright, Le Corbusier, W.Gropius.

 

Proposta

Abbiamo una Proposta di Progetto, che vorremmo presentare al Sindaco di Milano, al Presidente della Triennale e a tutte le autorità competenti. Vi sottoponiamo una breve sintesi.

  • rendere disponibili, per servizi ai frequentatori e abitanti del QT8, quegli spazi che Bottoni aveva identificato 
  •            Il Padiglione per Mostre e il Campo Giochi 
  • Trasformare il Mercato Comunale in un area polifunzionale
    • Postazione succursale della Triennale,
    • Biblioteca,
    • Area Studio, per Corsi di sotegno ai piccoli e giovani Studenti,
    • Ludoteca,
    • Teatro per proiezioni conferenze e concerti,
    • Infermeria di Primo Soccorso,
    • Palestra per attività motorie anziani e bambini,
    • Fab Lab attrezzata di stampante 3d, laser cutter, Fresa CNC,
    • Cicloofficina

LA MOJETTA DEL MANZONI

Alessandro Manzoni qt8Alessandro Manzoni, il grande scrittore, fu proprietario della “Mojetta” e, in qualche zolla di terra o in un soffio del vento, avrà sicuramente lasciato un pensiero, un’emozione, “un’eredità” ...leggi tutto

IL QUARTIERE GIARDINO

Nel 1971 l'area verde di 38 ettari fu costituita a parco urbano e piantumata.  ora si presenta come un'area alberata su quattro livelli di quota, con stradine sterrate, sentieri, scalinate e con canaletti di scolo delle acque meteoriche. Destinato ad una fruizione compatibile è frequentato dai molti podisti ...Leggi tutto

GIARDINO DEI GIUSTI

giardini giusti QT8Il "Giardino dei Giusti di tutto il mondo" di Milano è un memoriale a chi si è opposto ai genocidi e ai crimini contro l'umanità, situato nel Parco Monte Stella.
Nasce per onorare persone ...Leggi tutto